HONKY TONK RACE

Prima di spiegarti l’Honky Tonk Race, ti raccontiamo una storia.
Siamo in Oklahoma nel 1889, in attesa della folle corsa alla terra.
Questa è una storia che racconta di cowboys e di indiani, di truffatori e di eroi, in una terra ancora tutta da scoprire.
Tutto ebbe inizio il 22 aprile 1889, in un giorno di primavera, mite e senza nubi. La prateria dell’Oklahoma era verde, come un piccolo angolo di paradiso per le migliaia di pionieri in cerca di terre.
 Siamo lungo i confini del Territorio Indiano, conosciuto con il nome di Unassigned Lands, davanti al quale si stagliavano 160 acri di terra del governo, da assegnare al primo che ne avesse rivendicato la concessione. Gente a cavallo, a piedi, in carri e calessi
aspettava, fremeva per questo enorme premio davanti ai loro occhi. In quel momento, indiani e cowboy erano uno di fianco all’altro, tenendo in mano le briglie dei loro cavalli, pronti alla partenza. Insieme a loro c’erano i carri e i calessi trainati da testardi e resistenti muli del Missouri. Negli occhi di tutti c’era un’unica certezza: Oklahoma o la fine.
Era proprio questa la frase stampata su uno dei carri in attesa: “Vestito di cotonina in Illinois, vittima del tornado in Nebraska, con i capelli bianchi nell’Indiana, scalpato in Missouri, interdetto in Kansas, Oklahoma o la fine”. 
Quel giorno trascorse così, tra le speranze, le angosce e i preparativi dell’ultimo minuto per il grande evento del giorno dopo, che avrebbe trasformato i sogni in realtà o li avrebbe infranti per sempre.

Che voi siate Indiani o Cowboy questo non importa, l'importante è riuscire a portare il vostro culo a destinazione.

  • Moped 50 cc con o senza marce

    • DRESS CODE INDIANI VS COWBOY